Donazione su prenotazione

Per prenotarsi è necessario creare un account su questo sito, visitando la seguente pagina di Prenotazioni.

Questo articolo illustra le principali caratteristiche del servizio.

Il progetto è rivolto a tutti i donatori (nuovi e non) iscritti presso la nostra sezione, oppure iscritti ad altre sezioni del territorio ma che donano regolarmente a Cento.

L'Avis di Cento vuole offrire un servizio aggiuntivo per i donatori, i “veterani", ma anche i "nuovi", accomunati dalla volontà di donare senza incertezze sull'orario e senza code (ideale per i lavoratori autonomi).

Tra i maggiori vantaggi possiamo citare un utilizzo più agevole degli spazi, minori errori del personale all'accettazione e più attenzione verso i donatori.

Il progetto ha creato una corsia preferenziale alla donazione; i medici accettano con priorità alla visita chi è prenotato per quell'orario ed inoltre è possibile passare in testa all'eventuale coda per la verifica del tasso di emoglobina.

In questo modo i donatori che già conoscono la procedura di donazione sono facilitati nel compiere il loro gesto di solidarietà.

Cosa cambia per il donatore?

Sostanzialmente nulla, dal momento che il donatore presenterà la tessera sanitaria e si qualificherà come prenotato. 

Si richiede la massima collaborazione da parte dei donatori ed invitiamo tutti a prenotarsi. Informiamo inoltre che la prenotazione potrà avvenire anche in modo telefonico.

Gli orari di prenotazione sono indicativi e tale servizio non é garantito se si verificano cause di forza maggiore come (a titolo esemplificativo, ma non esaustivo):

  • assenza o ritardo del personale sanitario; è già accaduto in passato che, per imprevisti dell'ultimo momento, non fossero garantiti 2 medici e 3 infermieri in servizio presso la nostra sezione.
  • emergenze: il personale medico potrebbe essere impegnato nell'assistere donatori affetti da reazione avversa.
  • ritardo o anticipo del donatore: dato che i tempi sono contingentati un ritardo o un anticipo del donatore comporterebbe un allungamento dei tempi per tutti i donatori successivi. In caso di ritardo il donatore passerà tra i non prenotati. Invitiamo dunque a sincronizzare gli orologi.
  • rallentamenti: a volte ci sono visite mediche che richiedono più tempo di altre, influenzando chiaramente le visite successive.

 

Inoltre se si è in condizioni particolari di non idoneità o, più in generale, con qualsiasi richiesta che potrebbe prolungare il tempo di visita, si invita il donatore ad autoescludersi dal sistema di prenotazione e quindi a non prenotarsi.

 

N.B.  Si invitano i donatori a darci comunicazione di eventuali variazioni dei propri recapiti.

Si specifica inoltre che attualmente la prenotazione non è obbligatoria e che si potrà continuare a donare tranquillamente nel modo convenzionale!